storytelling festa della donna

-D

“Vi immagino libere, libere mentre ballate in un prato, in spiaggia, in mezzo alla strada, al vostro matrimonio o al matrimonio della vostra migliore amica…

_DSC8698..ovunque ma libere, unite e complici soprattutto in questo particolare momento…

_DSC8896

…il tempo che stiamo vivendo è surreale molte di voi staranno faticosamente riorganizzando il proprio tempo, cercheranno di lavorare e riprendere (anche parzialmente) ogni genere di attività che fino a ieri era routine…

_DSC8808

…sembrerà che tutto sfugga in mezzo alle mille informazioni che arrivano, state mantenendo un certo equilibrio, so che riuscirete ad alzarvi e lo farete con più energia di prima..

_DSC8989

…al momento rispettose delle nuove normative: il metro di distanza, le zone rosse, le uscite solo se strettamente necessarie vi immagino mentre fate partire un flash mob virtuale…

_DSC8849

…ma presto tornerete a danzare fuori e sarà un flash mob in piazza, in tutte le piazze d’Italia. Tornerete a danzare e sarete libere, libere e unite”

_DSC8706

-F

Ho chiesto a D (alias Debra) di scrivere qualcosa per la festa della donna. Abbiamo deciso di iniziare  questo racconto di storie per parlare un po di noi e aggiornarvi di mese in mese, di evento in evento.

Debra è una Donna è una Moglie è una Mamma e, colpo di scena, mi sopporta con la “o” non la “u”.

A me non va mai bene niente: il font, la foto, i tavoli storti, le virgole, niente.

Ieri quando ho ricevuto la bozza (si, mi faccio mandare le bozze perché “non mi va mai bene niente”) ho avuto l’impressione che non fosse solo un pensiero rivolto alle altre donne ma un discorso motivazionale nei suoi stessi confronti, un discorso che avrebbe avuto piacere fosse stato fatto a lei.

Debra è una Donna, una Moglie, una Mamma, mi sopporta e lo fa sempre con questa espressione

_DSC9044

e se lei riesce a fare tutto questo senza lamentarsi penso non sarà cosi difficile adeguarsi momentaneamente a queste precauzioni per tornare alla quotidianità.

Poi magari balliamo tutti insieme, io prima però mi bevo un martini.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...